mercoledì 25 aprile 2018

Telefilm, enjoy! #67: Peaky Blinders - Seconda Stagione

Salve a tutti, torno, come ogni mercoledì, con un nuovo numero del Telefilm, enjoy! e decido di continuare a parlarvi della serie tv di cui ho iniziato a parlarvi la scorsa settimana: Peaky Blinders (in realtà ho già finito di guardare tutti gli episodi disponibili, quindi vi avverto che i prossimi due numeri saranno dedicati alla terza e quarta stagione di questa stessa serie).
COME SEMPRE VI RICORDO CHE I MIEI COMMENTI NON SI RISPARMIANO NEGLI SPOILER, SE NON VOLETE ESSERE INFORMATI SULLA PROGRAMMAZIONE AMERICANA, O NON SIETE ANCORA IN PARI, VI SCONSIGLIO VIVAMENTE DI LEGGERE.
La seconda stagione di Peaky Blinders si apre qualche anno dopo la chiusura della prima, scopriamo che dallo sparoche avevamo  sentito alla chiusura dell'episodio 1x06 resta ferito Campbell, e che Grace è andata via. Campbell resta a Birmingham per distruggere Tommy, vedendo in Thomas, oltre che un criminale, l'uomo che gli ha rubato l'amore di Grace. Campbell si dimostra, però, più sottile e meschino di quel che sembra perché, assorbito dall'idea di voler rovinare completamente i Peaky Blinders, vuol sfruttare le capacità di Thomas per eliminare un uomo scomodo al governo.
Nel frattempo, Tommy decide di espandere i propri affari a Londra, andando a toccare gli interessi di un malavitoso locale: Sabini. 
La seconda stagione sembra abbastanza intensa dal punto di vista emotivo: Ada perde il marito legandosi alla causa comunista; Thomas ritrova il figlio perduto di Polly, Michael, che a gran sorpresa sceglie di restare con i Peaky Blinders e non di tornare nella tranquilla e monotona cittadina in cui è cresciuto; Thomas, deluso dall'aver scoperto il segreto di Grace alla fine della stagione precedente, si getta a capofitto negli affari dando vita a una faida in pieno stile Peaky Blinders con Sabini e un altro iconico personaggio, almeno secondo me, Alfie, allibratore di Londra che resta sul filo del rasoio patteggiando u a volta per Sabini e una volta pe Thomas; Arthur ha un crollo psicologico dovuto ancora ai traumi della guerra, traumi che riesce a gestire solo grazie al fratellino Finn, ormai cresciuto, che gli passa della cocaina. 
Solo alla fine della stagione vediamo il ritorno di Grace che, nonostante sia sposata, è ancora profondamente innamorata di Thomas e soggetta al suo fascino, tanto da andare a letto con lui e restarne incinta.
L'intensità dei personaggi, però, non si ferma qui. È Polly forse quella che in tutta la serie subisce il trauma più grande: Campbell, cercando di stringere la presa attorno alla gang, arresta Michael, e lei pur di salvarlo accetta gli abusi di Campbell, per poi riprendersi la rivincita uccidendolo senza alcun rimorso. Michael, il nuovo acquisto della famiglia Shelby, è inizialmente attratto da quello stile di vita, tanto da andare contro Thomas e sua madre pur di restare, ma ben presto si scontra con la durezza di quel mondo e rivelandosi ben più simile a Thomas di quanto si credesse.
Tutti i personaggi sembrano segnati in maniera più o meno profonda dalle vicende che li hanno colpiti: la guerra, le perdite, i drammi, portando sulla scena soggetti con cui è facilissimo empatizzare, anche se pieni di difetti e palesemente dalle parte sbagliata della giustizia. 
L'ho adorata, profondamente!





Pr oggi è tutto, scappo a studiare ragazzi, fatemi sapere cosa ne pensate! 
A presto, 

vostra, Cinzia.

Nessun commento:

Posta un commento