martedì 3 aprile 2018

Teaser Tuesday #11: Il gioco dell'angelo

Buon pomeriggio e ben trovati, come avete trascorso la Pasqua? Io influenzata, così come anche la Pasquetta... voi vi siete ripresi dalle abbuffate? Avete avuto il coraggio di tornar a lavorare o a studiare senza alcun ripensamento? Io ammetto che ho faticato. 
Ma andiamo dritti al nuovo numero del Teaser Tuesday che riguarda, come accennato ieri, il seguito de "L'ombra del vento" di Zafón. 
Eccovi, come al solito, le regole della nostra rubrica del martedì:
1. Prendete il libro che state leggendo.
2. Apritelo in una pagina qualunque.
3. Condividete un teaser - un piccolo pezzetto - di quella pagina.
4. Riportate il titolo, l'autore e le pagine del romanzo, in modo che tutti possano aggiungere il romanzo alla loro wishlist. 

Ricordo, al solito, che io inserisco uno specchietto informativo sul romanzo e non la pagina, che considero di per sé poco utile.

Titolo: Il gioco dell'angelo;
Autore: Carlos Ruiz Zafón;
Editore: Mondadori;
Prezzo: 13,00€; 
Pagine: 466;
Genere: Narrativa.

TEASER

Nel mio mondo le speranze, grandi e piccole, raramente diventavano realtà. Fino a pochi mesi prima il mio unico desiderio ogni sera quando andavo a dormire era di trovare un giorno abbastanza coraggio da rivolgere la parola alla figlia dell'autista del mio mentore, Cristina, e che passassero in fretta le ore che mi separavano dall'alba per poter tornare alla redazione della "Voz de la Industria". Adesso, perfino quel rifugio stava per sfuggirmi di mano. Forse, se qualcuno dei miei tentativi fosse fallito miseramente, avrei riconquistato l'affetto dei miei colleghi, mi dicevo. Forse, se avessi scritto qualcosa di tanto mediocre e abietto da non consentire a nessun lettore di superare il primo paragrafo, i miei peccati di gioventù sarebbero stati perdonati. Forse non sarebbe stato un prezzo troppo alto per potermi sentire a casa. Forse.





Ed ecco qui un breve pezzetto de "Il gioco dell'angelo", che mi sta davvero piacendo al momento, spero mi soddisfi quanto il primo. Voi l'avete letto?
A presto, 

vostra, Cinzia.

Nessun commento:

Posta un commento