mercoledì 28 marzo 2018

Telefilm, enjoy! #63: Victoria - Prima Stagione

Buongiorno a tutti, siamo giunti a fine marzo, finalmente. Sentite le temperature che si alzano, le allergie che incombono,  la primavera che ci attende? 
Noi (me e le mie innumerevoli personalità) torniamo con un altro numero della rubrica sui telefilm per parlarvi di una serie tv che ho adorato, tanto di riguardarla da capo pur di parlarvene. 
COME SEMPRE VI RICORDO CHE I MIEI COMMENTI NON SI RISPARMIANO NEGLI SPOILER, SE NON VOLETE ESSERE INFORMATI SULLA PROGRAMMAZIONE AMERICANA, O NON SIETE ANCORA IN PARI, VI SCONSIGLIO VIVAMENTE DI LEGGERE.




Victoria, miniserie di otto episodi, racconta la storia di quella che verrà in seguito rinominata come "la nonna d'Europa".
Victoria diventa regina ad appena diciott'anni, evitando per un soffio la reggenza della madre. Non appena viene informata del suo essere diventata la regina d'Inghilterra, prende un assaggio di quel potere reclamando quella libertà che, a causa dell'apprensività della madre, le era stata sempre negata. 
Avendo trascorso, infatti, tutta la vita chiusa nel proprio palazzo senza mettere piede a corte, decide di allontanare prima la madre e poi Lord Conroy, per affidarsi al suo Primo Ministro, Lord Melbourne, e alla fidata Lehzen, governante, amica e confidente da tutta la vita.
Victoria è una ragazzina, di colpo catapultata in un mondo che non è in grado di affrontare da sola, per cui non è stata educata a dovere, cosa che la porterà a commettere degli iniziali errori a causa della propria testardaggine e del proprio orgoglio. 
Ben presto, poi, si troverà a dover trovare marito, instaurando un conflittuale rapporto con il cugino Albert, portato a corte dallo zio Leopold, re dei Belgi. L'iniziale rapporto poco piacevole, si trasforma presto in competizione e poi in sincera curiosità nei confronti l'uno dell'altro, fino a diventare in un amore passionale e travolgente che porterà Victoria a fare la tanto sospirata proposta di matrimonio. 
Il rapporto tra i due ragazzi, però, viene minacciato dal ruolo preminente di Victoria come regina, mentre Albert si sente un pesce fuor d'acqua, privo di uno scopo e di un ruolo, e dalla necessità che la nazione ha di un erede, cosa che spaventa Victoria a causa dell'alta percentuale di mortalità dovuta al parto. 
La serie ci mostra non solo la ridente facciata della nobiltà, ma anche la situazione in cui versa la servitù, in particolar modo la vicenda della guardarobiera Skerret, con a carico la responsabilità di mantenere la sorella e la nipote. 
Victoria è una serie tv delicata, con impeccabili interpretazioni che si concentra sulla crescita dei personaggi, in particolare di Victoria, che da regina ragazzina diventa una donna responsabile e saggia a capo di uno dei paesi più forti d'Europa... Jenna Coleman, la sua interprete, è stata immensa nel ruolo. La amo profondamente. 
Io ho adorato questa serie tv, la consiglio caldamente, perché ha tutto, il dramma, la crescita, l'amore e delle interpretazioni magistrali. 


E per oggi è tutto, signori. 
A presto, 

vostra, Cinzia.

Nessun commento:

Posta un commento