mercoledì 28 febbraio 2018

Telefilm, enjoy! #58: Versailles - Prima Stagione

Buongiorno e ben trovati, ci ritroviamo già alla fine di febbraio, come avete trascorso questi primi due mesi del 2018? Pensate che siano degni delle aspettative che avevate? 
Ma andiamo subito al fulcro della nostra rubrica e andiamo a parlare di Versailles.
COME SEMPRE VI RICORDO CHE I MIEI COMMENTI NON SI RISPARMIANO NEGLI SPOILER, SE NON VOLETE ESSERE INFORMATI SULLA PROGRAMMAZIONE AMERICANA, O NON SIETE ANCORA IN PARI, VI SCONSIGLIO VIVAMENTE DI LEGGERE.


Versailles è una serie che tengo d'occhio da un po' e che ho atteso di guardare fino a che non è giunto da noi il doppiaggio italiano, non ho un buon rapporto con il francese, dunque mi sono categoricamente rifiutata di guardarla senza doppiaggio... poi il doppiaggio è giunto e io mi sono fiondata.
Che dire: narra le vicende di Luigi XIV, il Re Sole, nel momento in cui decide di portare la propria corte a Versailles, luogo in cui intende tenere sotto controllo i nobili e lontani da Parigi, così da poter portare avanti le proprie azioni senza troppi impicci. 
Tra i personaggi maggiormente di spicco ritroviamo il fratello di Luigi, Filippo, dichiaratamente omosessuale, sposato con la principessa Enrichetta, sorella del re d'Inghilterra, e amante dello Chevalier; ritroviamo poi la regina Maria Teresa, con la quale intrattene un rapporto freddo, in seguito alle numerose amanti che il re non nasconde alla corte, a con cui riesce comunque  mantenere un matrimonio per il bene della nazione; la cognata, Enrichetta, da sempre innamorata di lui, ne fa pure la sua amante, dolce e remissiva che si trova tra i due fratelli, a volte contesa, a volte come ponte tra i due. 
La storia ci mostra un Re Sole decisamente megalomane che intende elevare la Francia, vuole che i suoi nobili lo rispettino e lo temano, cosa che dà vita ai tradimenti che attenteranno alla sua vita e alla sua corte e che lo porteranno ad avere frequenti contrasti col fratello. 
Le rivolte degli ugonotti, infatti, incombono e Luigi ha ben poche persone in cui riporre fiducia, tra cui spiccano pochi collaboratori, il fratello e la cognata. 
Luigi sviluppa con il fratello, Filippo, un rapporto di eterno odio e amore, fatto di momenti in cui non riescono a non fidarsi l'uno dell'altro, poi rimpiazzati da altri momenti in cui sono travolti dalle innumerevoli incomprensioni che minano il loro rapporto. Luigi, infatti, mostra una personalità forte, talmente forte da rasentare la megalomania, probabilmente perché è stato cresciuto ed è stato abituato all'idea di essere re e di essere il centro e il cuore pulsante della Francia, cosa che spesso viene recriminata dal fratello, il quale non sa più quale sia il limite tra fratello e suddito, se mai sia esistito un momento in cui essere altro che un servo fedele. 
Tra loro vi è Enrichetta, innamorata del re, ma sposa del fratello, che diventa fonte di inevitabili incomprensioni e fautrice di un unico momento (triste anche se non ve svelo perché altrimenti vi tolgo il bello) in cui Luigi e Filippo smettono di essere re e fratello del re, per tornare a essere gli amici e le persone più legate all'unica donne che li abbia mai accomunati. 
Il fragile e, delle volte, deriso Filippo dimostra di avere ambizione e forza, a volte per puro spirito di contraddizione nei confronti del fratello, a volte per quella sete immensa di rivalsa e di ricerca di sé che contraddistingue le sue scelte durante tutto l'arco di questa prima stagione. Trova la sua raison d'etre nella guerra e nella conduzione di un esercito, mentre la moglie, Enrichetta, mostra forza, coraggio ed estrema lealtà alla Francia, dimostrandosi non solo una sciocca e fragile ragazza innamorata del fratello del marito, ma anche personalità forte in grado di portare onori alla Francia. 
L'intera storia si sviluppa alla corte, dove si sviluppano intrighi, amori e tragedie che catturano lo spettatore e che lo lasciano affamato di sapere come prosegue quest'immenso dramma storico. 
È una serie davvero davvero carina, forse non eccezionale, ma di certo intrigante, e guarderò sicuramente la seconda stagione, che potete trovare su Netflix. 


Mi sono contenuta dall'iniziare la seconda stagione di Versailles la stessa sera in cui ho terminato la prima, proprio per avere tempo e modo di scrivere questo commento, non volendo lasciare indietro altre stagioni, come ho fatto in passato. Dunque tra qualche tempo arriverà anche quella, così come arriveranno i rewatch delle altre stagioni. 
Avete voi serie tv da consigliarmi? A presto, 

vostra. Cinzia.


Nessun commento:

Posta un commento