mercoledì 10 gennaio 2018

Telefilm, enjoy! #53: Stranger Things - prima stagione

Buongiorno e ben trovati, anno nuovo e nuovi post sulla rubrica che aggiorno più spesso: il Telefilm, enjoy! Ho da tempo modificato il mio approccio alle serie tv, cioè non parlo più di singoli episodi (metodo che mi occupava una mole davvero considerevole di tempo), ma parlo delle stagioni intere. Eccomi dunque qui, a parlarvi di una della serie tv evento del 2016: Stranger Things.
COME SEMPRE VI RICORDO CHE I MIEI COMMENTI NON SI RISPARMIANO NEGLI SPOILER, SE NON VOLETE ESSERE INFORMATI SULLA PROGRAMMAZIONE AMERICANA, O NON SIETE ANCORA IN PARI, VI SCONSIGLIO VIVAMENTE DI LEGGERE.



Stranger Things è ambientata nella fittizia cittadina di Hawkins, negli anni '80, vede come protagonisti quattro ragazzini di dodici anni, uno dei quali, Will, sparisce msteriosamente durante il proprio ritorno a casa, in seguito  una serata trascorsa a giocare a Dungeons & Dragons. 
Da quel momento si dipana la storia di quel che si cela nella cittadina di Hawkins, che coinvolge i tre amici di Will: Mike, Dustin e Lucas intenzionati a ritrovare il proprio amico, aiutati in questo difficile compito da Undici, una ragazzina scappata da un laboratorio di ricerca. 
Ben presto anche gli adulti comprendono che qualcosa di strano è successo a Will, ognuno deciderà quindi di portare avanti le proprie ricerche cercando di trovare la soluzione all'enigma: Joyce, la madre di Will, è fermamente convinta che il figlio sia ancora vivo, Jonathan e Nancy, rispettivamente fratello e sorella di Will e Mike, cercheranno di trovare delle risposte alle strane creature che hanno visto, e Hopper, il capo della polizia, inizia a indagare comprendendo che qualcosa viene nascosto loro. 
La serie è un insieme di citazioni, ricca di tensione e colpi di scena, con un mistero che si svela pian piano e che trova parziale soluzione nell'ultimo episodio della stagione. 
I personaggi si trovano a dover affrontare, oltre al mistero della scomparsa di Will, anche le difficoltà che l'adolescenza comporta, come l'amicizia, i primi amori, la scoperta di se stessi. 
La serie è stata rinnovata per una seconda e una terza stagione, con grande gioia e tripudio dei fan, è inoltre davvero breve, la prima stagione conta solo otto episodi, dunque è davvero breve da guardare e da cui restare stregati. Io l'ho apprezzata davvero tantissimo, e voi?


Per oggi è tutto, l'intenzione in questo periodo sarebbe di rewatchare tutto quello di cui non ho parlato (iniziando da stagioni brevi) per riuscire e recensire stagione per stagione. Spero di riuscire a farcela, a presto, 

vostra Cinzia.

Nessun commento:

Posta un commento