martedì 24 maggio 2016

Recensione Non posso fare a meno di te - Monica Murphy

Salve a tutti e ben ritrovati qui. Torno dopo un po' di tepo a farmi sentire con una recensione che da un po' di tempo ho in mente di scrivere, ma accidenti scrivere fanfiction mi ha totalmente assorbito nei miei momenti liberi e lo studio della sessione estiva che si avvicina inesorabilmente assorbe tutto il tempo restante. 
Ma bando alle ciance, voglio parlarvi di questo romanzo, anche se a malincuore non in modo positivo.


Titolo: Non posso fare a meno di te (The private club series #1);
Autore: Monica Murphy;
Editore: Newton Compton;
Pagine: 224;
Prezzo: 9,90€;
Genere: Romance;

TRAMA

Il milionario Archer Bancroft ottiene sempre ciò che vuole e da troppo tempo desidera Ivy Emerson, la sorella del suo migliore amico, che proprio in quanto tale è intoccabile, una tentazione ancora più forte. Quando lui e i suoi amici, lanciandosi una sfida, scommettono un milione di dollari su chi rimarrà scapolo più a lungo, Archer è convinto di poter vincere. Fino a quando, dopo una serata incantevole trascorsa insieme a Ivy, il suo cuore inizia a battere tanto forte come non pensava fosse possibile… Da parte sua, Ivy sa che Archer è un uomo irritante e arrogante, e che teme più di ogni altra cosa di farsi mettere il cappio al collo da una donna; nonostante i suoi sforzi, però, non riesce a stargli lontano. Quando un bacio rubato si trasforma in una notte bollente, anche lei si rende conto di essere nei guai. Alla luce del giorno Archer non è più così sicuro che una sola notte di passione sia tutto quello che vuole. Per avere Ivy al suo fianco potrebbe essere disposto a perdere la scommessa… e vincere il jackpot.
Dunque, parto subito con il dirvi che questo romanzo non mi è piaciuto per niente.
Chi ha letto un po' le mie recensioni (che ultimamente ho bellamente abbandonato, shhh lo so che sono pessima) sa che leggo certi generi quando ho bisogno di roba più leggera, e sa anche che non ho ancora trovato un romanzo del genere che mi soddisfacesse pienamente, a parte rare perle. Ma sul serio, per me trovare roba buona, veramente, che mi lasci il segno in quel mare che è il panorama romance di oggi è una bella sfida. Ciò non toglie che ho trovato qualche lettura piacevole, a volte divertente, con cui stemperare, appunto, i momenti di tensione pre-esame.
Ci sono, però, sempre in questo immenso mare, romanzi che a mio parere sono fatti male, con personaggi che sono caratterizzati ancora peggio... per me è il caso di questo romanzo.
I protagonisti Archer e Ivy, Ivy e Archer, io li ho trovati pessimi e privi di qualsiasi logica, soprattutto lei, oh quanto avrei voluto picchiarla.
Lui è il classico playboy, straricco, ovvio!
Lei è la classica bellissima che non sa di esserlo, ri-ovvio, talentuosa e divertente, forte ma fragile, insomma una Mary Sue a tutti gli effetti.
Lui la ama ma non glielo ha mai detto, lei lo ama ma si considera troppo poco, quindi litigano.
A parte la trama piena zeppa di cliché che non mi infastidiscono più di tanto, è proprio il modo in cui questi si siano atteggiati tra di loro che non ho tollerato.
Lui non vuole innamorarsi, deve stare lontano da lei, ma alla prima occasione, e intendo letteralmente alla prima, gli infila le mani nelle mutande.
Lei si considera una specie di cozza con il sexappeal di una scarpa vecchia e alla prima occasione si toglie l'accappatoio e lo invita a fare roba in maniera molto allegra e molto da panterona... BUT WTF? Sul serio, che cavolo, coerenza gente.
Lui ha il modo di corteggiarla di una specie di sociopatico con problemi di comunicazione, lei si eccita a ciò... insomma sono davvero fastidiosi.
Per ultimo, il classico punto di rottura che si risolve in tre righe e in una notte di sesso sfrenato...
BOCCIATO! BOCCIATO E RI-BOCCIATO.
Non so se lo avete letto o se in caso vi è piaciuto, ma io non lo consiglio per nulla. 
Leggerò il prossimo per vedere se sono loro due a starmi pesantemente sulle ovaie o se è proprio il modo in cui scrive l'autrice a starmi lì su. Vedremo.
___________________

Eccoci qui, fatemi sapere se sono stata la sola a trovarlo molesto o se avete avuto la stessa impressione.
A presto, 

vostra, Cinzia.

2 commenti:

  1. Ciao Cinzia! Come stai? Nel mio blog c'è un premio che ti aspetta :)

    RispondiElimina
  2. Ti ho premiata:
    http://fantasyfordreaming.blogspot.it/2016/06/liebster-award-2016-discover-new-blogs.html
    Ciao.

    RispondiElimina