venerdì 10 luglio 2015

Telefilm, enjoy! #4: The Vampire Diaries - Sesta Stagione, parte seconda!

Salve a tutti miei cari ragazzi, sono tornata per completare la pseudo recensione spoilerosa della sesta stagione di The Vampire Diaries, che è la parte in cui si scoprono le peggio cose, quindi anche quella in cui mi lascerò andare ai commenti più efferati.
Ordunque, trovate la prima parte dello sclero: QUI.



Dove eravamo rimasti? 
Avevamo svelato il mistero delle vicende familiari di Kai, il baldo giovane è una strega con poteri particolari, non è dotato di magia propria ma può assorbire quella degli altri – facendo poi parte della Congrega Gemini, congrega all'interno della quale si procede con un rituale di fusione per stabilire chi tra due gemelli deve esserne il capo – egli vuole diventare capo della congrega così da alimentare il suo potere. 
Una volta venuti a conoscenza della situazione tutti cercano di risolverla, c'è chi propone di mandarlo nuovamente nel mondo prigione, chi vuole fare qualcosa con la magia e chi invece propone la soluzione più realistica: "FACCIAMOLO FUORI", ripete più volte Damon, che ovviamente è la frase più ricorrente del vampiro.
Tutti vogliono evitare la dipartita dello psicopatico, incomprensibilmente, ed ecco che una lampadina si accende in Jo: "Sono una strega" dice, e fu così che il pubblico cominciò a sistemarsi sulla sedia trattenendo il fiato, pensando "Che stronzata deve di' mo questa" e il volto risoluto di Jo prosegue la frase affermando "Posso allenarmi e batterlo, ce la posso fare" e il pubblico scivolò dalla sedia al sentire tale boiata: MA SE NON PRATICHI LA MAGIA DA TIPO VENT'ANNI, COME PRETENDI DI BATTERE UNO CHE PER TALENTO NATURALE ASSORBE LA MAGIA CIRCOSTANTE?
Ma ecco che Jo si allena, cercando di riprendere confidenza con la magia e, mentre tutti capiscono quanto Jo non possa portare avanti una cosa simile, qualcuno elabora un proprio piano: Luke sceglie di affrontare Kai, sperando di farcela, ma ovviamente muore in malo modo in seguito alla fusione. Kai sembra essere particolarmente contento di ciò, ma non aveva tenuto conto di un fattore... eseguendo la fusione si sono fusi anche i due spiriti, ecco dunque una nuova versione di Kai con lo spirito empatico del fratello che bussa a casa Salvatore domandando cosa fosse quella cosa umidiccia che gli esce dagli occhi, una delle migliori scene della sesta stagione, indubbiamente.
In tutto questo Bonnie è ancora chiusa nel 1994, sull'orlo della malattia mentale, sta per suicidarsi, quando presa da un impeto di determinazione decide di non arrendersi così e, grazie ad un piccolo indizio lasciato da Damon (l'unico che ancora si ricorda di lei) trova il modo per tornare nel mondo reale, utilizzando la magia di Silas ancora chiuso nella sua bara, facendo prima però un casuale viaggetto nel mondo prigione del 1903.
Esatto, miei cari ragazzi, avete capito bene, il  mondo prigione di Kai non era l'unico esistente, ne esiste un altro e indovinate chi ci sta? Ma Mamma Salvatore, of course. Mancava solo lei all'appello.
Tornata, la cara Bonnie, si getta in un abbraccio strappalacrime con Damon e poi gli consegna qualcosa che credevamo aver già sepolto da tempo: LA CURA.
Damon combattuto tra la voglia di dare al suo amore forevah la possibilità di ridiventare umana e quella invece di tenerla segreta e passare l'eternità con lei, nel dubbio, decide di salvare Mamma Salvatore.
Ma facciamo un passo indietro, abbiamo un'altra mamma di cui occuparci: Liz Forbes, il nostro caro sceriffo. Si scopre infatti che la povera mamma di Caroline è malata di cancro, qualcosa di incurabile, ma Care non si arrende e cerca un modo per salvarla, però i fratelli Salvatore danno loro la triste notizia per cui il sangue di vampiro non può curare il cancro. Qui è doveroso aprire una parentesi su ciò che penso di questo escamotage per far morire la nostra mamma sceriffo. 

IO NON CI STO, da cinque stagioni ci viene detto che il sangue di vampiro cura ogni cosa e adesso di punto in bianco dicono "No, con il cancro non funziona". NO, NON LO ACCETTO. 

Miei sfoghi a parte, Caroline cerca un caso simile a quello della madre per testare la teoria e presa dalla voglia di vedere funzionare il sangue di vampiro su un caso di cancro non si premura di controllare se il suo sangue abbia effettivamente funzionato sul povero malcapitato che ha deciso di utilizzare come cavia. Convinta di aver fatto uno smacco al destino, somministra il suo sangue a sua madre, ma ecco giungere alla sua porta il ragazzo che aveva cercato di curare, lo ritrova morto, trasformato in vampiro e con un tumore al decimo stadio (stadio inesistente negli umani), la situazione è quindi drammatica. Tutti sanno ce la povera Liz morirà da lì a breve a causa di sofferenze indicibili, ma ecco Damon fornire una soluzione: Kai è una strega che assorbe la magia, il sangue di Caroline, ingerito da Liz è sovrannaturale, dunque Kai può assorbirne la magia (but... WTF?!?) ovviamente questa ridicola scappatoia funziona e Liz si trova a vivere i suoi ultimi momenti, chiedendo a Stefan di stare accanto alla sua bambina. 
La nostra Liz muore tra le lacrime di tutti e Caroline per superare il dolore decide di spegnere la propria a umanità.
Tutti temono la reazione di Caroline, finché la bionda non li guarda tutti dall'alto in basso dicendo "Sono priva di umanità, non idiota, non comincerò ad uccidere chiunque mi capiti a tiro", ma nessuno sembra volerle dare retta, tutti vogliono la piccola Care sensibile di nuovo indietro e allora ecco che Caroline ricatta Stefan attraverso Sara Salvatore (eravate davvero convinti che la Salvatore family si riducesse solo a Stefan e Damon? Vi sbagliavate, ingenuotti), lontana parente di Damon e Stefan, cui Damon ha sterminato tutta la famiglia, che viene protetta da Stefan durante tutta la sua vita perché si mantenga lontana dai vampiri. 
Ovviamente, sta povera martire viene trovata da Enzo che, non avendo un ruolo decente, passa il tempo cercando di fare i dispetti a Stefan, lui vuole far sì che Sarà scopra la verità per disprezzare i fratelli Salvatore, ma ecco che interviene Caroline, la rapisce, e chiede a Stefan un semplice scambio, la vita di Sara per l'umanità di Stefan. Stefan spegne così la sua umanità per salvare Sarà e comincia a bighellonare con Caroline facendo scommesse su chi uccide in maniera più efferata. 
La situazione diventa quindi palesemente critica a tutti: Caroline e Stefan vanno fermati.
Non riuscendo a far accendere l'umanità in nessuno dei due Damon comprende che l'unica che può aiutarlo è Mamma Salvatore, intrappolata come detto precedentemente nel 1903. 
Ecco dunque partire un'improbabile squadra (Damon, Elena, Bonnie e Kai) per una missione di pace nel 1903. Giunti lì Damon ritrova sua madre, sebbene questa sia in compagnia di altri vampiri/streghe psicopatiche come lei, impegnato a convincerla a tornare con loro nel mondo reale per far sì che i sentimenti di Stefan si riaccendano è costretto a fare un patto con lei, promettendole di tornare indietro a prendere i suoi compagni, che lei adesso considera la sua famiglia.
Durante ultimi minuti che i nostri eroi trascorrono nel 1903 vediamo una Bonnie incattivita dalle angherie subite da Kai che sceglie di abbandonarlo nel 1903 per rendere la vita più tranquilla a tutti.
Tornati a Mystics Falls, mentre Jo scopre di essere incinta di Alaric, Mamma Salvatore cerca di convincere Stefan ad accendere la sua umanità, cosa non facile, finché lei stessa non confessa di non provare più nulla per i propri figli da dopo la trasformazione.
Damon non vuole sentire ragione, loro hanno un patto e se lei vuole la sua combriccola di streghe psicopatiche al seguito deve aiutarlo a riottenere lo Stefan noioso di prima. 
Mamma Salvatore vince la sua battaglia, Stefan fa ritornare anche Caroline, la quale è provata e distrutta da tutto ciò che ha fatto, a questo punto la nostra mamma preferita vuole riscuotere il proprio premio, ma Damon l'aveva solo presa in giro ed eccola vendicarsi... Mamma Salvatore trova la cura e la fa trovare ad Elena.
I nostri Delena hanno quindi un confronto e Damon, vampiro fiero fino al midollo, confessa alla sua bella che per lei potrebbe rinunciare all'immortalità. 
Elena non è del tutto convinta di queste sue parole e chiede a Stefan di parlare con il vampiro per sondare la sua convinzione, ecco quindi il nostro Stefan propinare degli scenari in cui Damon è un povero, depresso, alcolizzato, ma niente riesce a far desistere il maggiore dei fratelli Salvatore.
Nel frattempo, Mamma Salvatore, presa dalla disperazione per non poter più incontrare i propri amici sanguinari, comincia ad uccidere senza un minimo di contegno e proprio così scopriamo che Enzo, il nostro cucciolo più carino, è stato trasformato proprio da lei. 
Essendo tornata ad essere una squartatrice, Stefan si rende conto che per fermare sua madre ha bisogno di Damon nel pieno delle sue qualità vampiresche, lo blocca quindi subito dopo che Elena ha ingerito la cura e subito prima che la ingerisca anche lui. 
Mentre si cerca di reprimere l'istinto omicida di Mamma Salvatore, chiaramente, i nostri eroi decidono di festeggiare un matrimonio, quello di Jo e Alaric; è proprio durante la cerimonia che qualcosa va storto. Mentre i nostri Jo e Alaric si guardano emozionati negli occhi una chiazza di sangue si allarga sul vestito candido e bianco di Jo... È Kai ed è tornato per vendicarsi. Il ragazzo uccide i membri della propria congrega ed è proprio ferendo gravemente gran parte dei presenti al matrimonio che consente a Tyler di riattivare il proprio gene della licantropia, infatti Liv, con il quale Tyler ha avuto una relazione, lo convince ad ucciderla per primo, essendo stata già gravemente ferita e quindi destinata a morte certa, così da evitare che il ragazzo muoia.
Il pazzo psicopatico poi è anche diventato un vampiro ed ha quindi tutta la fonte magica che vuole per poter ricaricare la sua magia adesso, e per vendicarsi nei confronti di Bonnie, colpevole di averlo abbandonato nel 1903, esegue un incantesimo, con il quale ha legato la sua vita a quella di Elena. Finché la prima resterà in vita la seconda dormirà.

È doveroso al riguardo aprire una piccola parentesi: questo escamotage narrativo è stata adottato dalla signorina Plec perché Nina Dobrev, l'attrice che interpretava Elena Gilbert, non ha voluto rinnovare il contratto per una settima stagione, si suppone a causa dei rapporti con l'attore che interpreta Damon, ma queste sono speculazioni. 

Kai era certo del fatto che Damon, innamorato della sua Elena, non avrebbe esitato ad uccidere Bonnie, ma non fa i conti con il rinnovato rapporto che lega Bonnie a Damon. Il vampiro uccide Kai e mette così fine alla sua folle corsa verso la vendetta. 
Terminata la pessima giornata, si uniscono tutti per salutare la nostra Elena, la quale dice a Bonnie, in uno slancio di amicizia, che avranno entrambe la loro bellissima vita, ma che da quel momento in poi non potranno averla insieme.
È cosi si conclude la nostra sesta piatta stagione.

Ora, che dire, come ho già accennato gran parte della stagione si è svolta in maniera piatta.
Vediamo Damon e Bonnie rinchiusi in quel mondo prigione, intenti a non fare nulla; Elena combina un guaio dietro l'altro nel tentativo di non soffrire per la perdita del proprio amore e poi si permette di fare la morale a Caroline; Stefan sembra totalmente inutile, acquisisce spessore solo quando Caroline gli fa spegnere i sentimenti. Alaric dovrebbe avere un risarcimento danni dalla Plec, perché quello che gli è successo è puramente accanimento personale, altrimenti non si spiega cotanta sfiga. Enzo, che prometteva bene, è stato lasciato in balia del nulla, Matt è stato un'inutile spina nel fianco, per non parlare della decisione di continuare la serie senza Nina Dobrev, su questo ho il dovere di dilungarmi:

The Vampire Diaries nasce con tre protagonisti Elena, Stefan e Damon, per quanto a me stia sulle ovaie 'sta ragazza, è innegabile che lei è il perno della storia e sebbene esistano serie TV che effettuano un ricambio di personaggi principali quasi ad ogni episodio, questo non vale per TVD.
Una volta saputa della decisione della Dobrev era dovere, a mio parere, degli sceneggiatori chiudere i battenti di TVD in maniera quantomeno decente per i proprio telespettatori, così da concludere questa serie TV con tutti e tre i protagonisti. 
Per tale ragione sono furiosa con i produttori di questo show, non è così che si trattano gli spettatori, non bisogna mantenere in vita una serie solo perché continua a far avere soldi alla cassa, ne va della qualità e nelle ultime due stagioni la qualità di The Vampire Diaries è drasticamente scesa.
Ovviamente continuerò a guardare TVD anche solo per capire cosa vorranno giocarsi nella prossima stagione, ma non la guarderò con l'entusiasmo riservato ad altri show che si sono mostrati almeno rispettosi nei confronti dei loro spettatori. 
La mia opinione su questa serie è PESSIMA, hanno giocato male le proprie carte, portando al nulla uno show che poteva essere chiuso in maniera gradevole, ribadirò questo concetto fino alla morte.
Voi invece cosa ne pensate? 
A presto, 

Vostra Cinzia.

Nessun commento:

Posta un commento