domenica 5 luglio 2015

Telefilm, enjoy! #3: The Vampire Diares - Sesta Stagione, parte prima!

Salve a tutti voi, miei cari ragazzi, torno dopo troppo tempo a farmi viva, con la rubrica telefilm vista l'uscita dei season finali di quasi tutte le serie tv mandate in onda.
Di cosa posso parlare, ovviamente, se non di un telefilm che mi ha fatto tirare giù santi su santi da Ottobre ad ora? Ma di The Vampire Diaries, chiaramente.
Quello che pensavo circa questa serie si è rivelato più lungo del previsto quindi se è reso necessario suddividere la pseudo recensione spoilerosa in due parti, onde evitare di propinarvi un papello lunghissimo.
Se seguite la messa in onda italiana fate bene attenzione, RISCHIO SPOILER.




Di questo bene amato telefilm (really?) si è appena conclusa la sesta stagione. Il telefilm cominciò con un dramma cui i nostri protagonisti dovevano far fronte, la sparizione di Damon e Bonnie nel purgatorio per gli essere sovrannaturali, di cui Bonnie era diventata l'ancora. Si scopre dunque che fine fanno i due, sono intrappolati in un mondo prigione in cui si ripete all'infinito sempre lo stesso giorno.
I due costretti a darsi man forte creano tra loro un legame che fino ad oggi non era ma stato esplorato nella serie tv.
A Mystic Falls i nostri eroi affrontano ognuno a proprio modo le perdite: Stefan scappa, con la scusa di ricercare una soluzione altrove, cerca invece di costruirsi una vita lontano da quei casini. Parliamone, vi prego, il suddetto vampiro ha un fratello imprigionato chissà dove e lui scappa, a riprova di quanto inutile sia sempre stato il personaggio di Stefan, lasciando soli tutti coloro che, al contrario suo, cercano di trovare una soluzione.
Elena, che come sappiamo in quanto a capacità nell'affrontare le tragedie personali è pessima, decide di cominciare ad assumere droghe per avere allucinazioni sul suo caro Damon, allucinazioni che ad un certo punto non bastano più, portandola a chiedere ad Alaric, ancora vampiro, di rimuovere alla radice i suoi ricordi di Damon. E Alaric così fa, rimuovendo i ricordi del suo epico amore.
In tutti questo marasma restano Caroline e Alaric a cercare una soluzione, soluzione che sembra introvabile, mentre Matt-ciotola-bionda-Donovan comincia una caccia ai vampiri fuori da ogni senso logico, dato che tutti i suoi amici sono vampiri. Durante questa fase di stallo in cui ognuno si fa beatamente i fatti propri, e che dura più o meno metà stagione, ci vengono presentati due nuovi personaggi: Jo, nuova e affascinante dottoressa che si scopre essere una strega quando Alaric, per risolvere un pasticcio, cerca di attuare la compulsione su di lei e lei risponde magnificamente con un: "Senti bello, lascia perdere..." e Kai, stregone psicopatico rinchiuso nel mondo prigione assieme a Bonnie e Damon, quale immensa fortuna, direte voi.
Inutile dire che quella perla di ragazzo di Kai chiede gentilmente a Bonnie di aiutarlo a tornare nel mondo reale, perché lui da solo non può, ha infatti il potere di assorbire la magia, ma non ne ha di propria. Per gentilmente intendo minacce a chiunque potesse anche solo lontanamente essere vicino ai due poveri martiri finiti lì.
Nel mondo prigione, dopo varie peripezie (cioè Kai che con un amabile sorriso da serial killer conferma a Bonnie e Damon di aver assassinato gran parte della propria famiglia e che, sempre con tale amabile sorriso, li sprona a trovare l'ascendente ovvero l'oggetto magico che può consentire loro di tornare a casa) Bonnie riesce a far tornare indietro Damon, assieme ad un pupazzo in cui ha racchiuso tutta la sua magia, così da impedire a Kai di tornare indietro, sacrificando se stessa.
Da quanto tempo vediamo sacrifici della povera strega Bennett senza che lei riesca a passare a miglior vita? Troppi, decisamente troppi.
Facciamo un passo indietro, FONDAMENTALE, e torniamo ai nostri eroi a Mystic Falls, Elena ha rimosso i propri ricordi circa il suo amore per Damon, va al college, flirta con un povero martire che segue dei corsi con lei. Una sera succede un patatrack e Alaric sta morendo perché ha oltrepassato il confine anti-magia che avevamo visto nella stagione scorsa; dentro il confine Alaric è umano, arriva Jo, Super-Doc, e lo salva, consentendogli di tornare umano.
Nel frattempo Caroline, che non sapeva su chi fare affidamento, decide di chiedere a quel cucciolo di Enzo di aiutarla, va alla ricerca di Stefan, lo trova, ci scappa il morto-vampiro per mano di Enzo che decide di passare il tempo uccidendo e trasformando la nuova fiamma di Stefan, e gli dice "Sei cretino, per caso? Qua siamo tutti (MA TUTTI CHI? Gridano gli spettatori) alla ricerca di un modo per fare tornare Damon e Bonnie e tu giochi a fare i meccanico?" volta le spalle e se ne va, butta un po' di "Ti odio" qua e là, li condisce con qualche "Non ti perdonerò mai" e mentre torna Demon, qui si ha una delle scene meglio girate nell'intero telefilm, e lo dico seriamente, l'abbraccio dei fratelli Salvatore, che nonostante i casini, i secoli e gli amori epici rubacchiati, si vorranno sempre bene.
Eccoci giunti nello stesso momento per tutte le storyline... voi ricordate che Elena si era fatta cancellare i ricordi, sì? E che poi Alaric, l'unico che poteva farglieli tornare, è ritornato umano? Cosa poteva architettare la nostra amata (MA DOVE? MA QUANDO?) Julie Plec? Fa in modo che i Delena non possano tornare alla normalità perché Elenuccia cara non ricorda una bene amata mazza dei sentimenti per Damon, ed ecco che lui deve riconquistarla, mentre cerca un modo per recuperare Bonnie.
Nel mondo prigione Bonnie viene accoltellata (ma fidatevi, nemmeno questo può uccidere una strega Bennett) da Kai, che trova un modo per tornare nel mondo reale e fa comunque in tempo a salvarsi da sola perché i nostri eroi non sono in grado di trovare una soluzione. Mentre Bonnie cerca di salvarsi Kai giunge a fare un po' di casino a Mystic Falls, riesce ad annullare il confine anti-magia e cerca disperatamente sua sorella, perché da buon villain della stagione, deve ucciderla.
E chi è quest'insospettabile sorella? Ma Jo, ovviamente, che dopo aver rinchiuso il proprio fratello nel mondo prigione ed essersi liberata dell propria magia è andata a fare la dottoressa Jo, appunto. Ma non cerca solo lei, ovvio che no, perché i legami che la Plec crea sono così aggrovigliati e così marcatamente forzati che altre due nostre vecchie conoscenze sono imparentate con questo povero pazzo, Liv e Luke, le streghe più fastidiosamente moleste mai esistite in un telefilm.
E con la loro comparsa, ecco che viene chiarito dove la nostra produttrice preferita (esisterà un girone dell'inferno dove lei, Shonda e Marlene andranno a finire) vuole arrivare. Questa maxi-famiglia leggermente problematica fa parte di una congrega, la congrega Gemini, di cui capo è un gemello, per diventarne capo un gemello deve assorbire l'altro attraverso un rituale magico, che alla fine farà restare in vita il più forte con alcune caratteristiche del gemello morto (molto poco inquietante).
Ecco l'svelato l'arcano, Kai, malvagio stregone assorbi magia, voleva diventare il capo della congrega, il padre comprendendo il disagio mentale del figlio fa in modo di procreare una nuova coppia di gemelli (Liv e Luke) al fine di non mettere a capo della congrega un folle, Kai, pazzo di gelosia cerca di ucciderli tutti, tranne Jo, con cui doveva affrontare la fusione, certo di batterla visto il suo potere di assorbire la magia, ma la congrega non ci sta, e lo spedisce nel 1994.

TO BE CONTINUED

Eccoci giunti alla prima parte di questa pseudo recensione spoilerosa di The Vampira Diaries, che dire, credo che dai miei commenti alla trama si sia compreso che questa stagione non mi ha entusiasmata, per niente. La trovo piena di vuoti narrativi, lenta, noiosa... quindi il mio è un NO, DECISAMENTE NO!
A presto con la seconda parte in cui mi sfogherò circa le contraddizioni di questa serie tv ormai giunta alla frutta. 
vostra, Cinzia.

Nessun commento:

Posta un commento